NOTA POSTA A VERBALE NELL’ASSEMBLEA DEL 29/04/2015

RICHIESTE FORMULATE ALL’ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI PER APPROVAZIONE BILANCIO CONSUNTIVO 2014 E PREVENTIVO 2015 DEL 29/04/2015

Nell’ Assemblea degli Iscritti del 29/04/2015, convocata dal Collegio dei Geometri per l’approvazione del bilancio il geom. Gino Parisi, presidente dell’ Associazione Provinciale Geometri per Passione, ha provveduto a indicare ai Colleghi presenti, alcune criticità nella formulazione del bilancio, proponendo azioni di spending review sulle spese di gestione, riversandole a favore degli iscritti.

Le proposte indicate e poste a verbale, sono state le seguenti:

 

RENDICONTO PER L’ESERCIZIO FINANZIARIO 2014 E PROPOSTE PER IL 2015

Alcuni punti in discussione dell’assemblea degli iscritti di approvazione bilancio del 29/04/2015

Sono aumentati in maniera esponenziale i crediti verso gli iscritti che per il solo anno 2014 sono pari a 108.970,00 euro che sommati ai 264.613,00 euro di crediti sempre verso iscritti, relativi agli anni che vanno dal 1994 al 2013, ammontano a un totale crediti verso iscritti per 373.583,00 euro, tali da mettere in serio pericolo l’equilibrio stesso del bilancio. Il numero dei morosi si è impennato negli ultimi tre anni mentre in passato era un dato quasi marginale – “fisiologico”.

Bisognerebbe fare un’attenta e oculata analisi dei motivi e soprattutto delle soluzioni, che dato l’eccezionale periodo di crisi potrebbero essere rivoluzionarie e in massima parte controcorrente rispetto alle direttive nazionali.

I costi per il personale sono aumentati di 18.774,56 euro dovuti all’assunzione di un impiegato e  all’utilizzo del lavoro interinale, per l’anno 2014 le spese totali per il personale sono state  di 113.670,00 euro.

I costi per gli organi istituzionali sono stati 20.634,08 euro, di cosa si tratta visto che le indennità ai consiglieri sono solo 7.741 euro?  

L’i.r.a.p. viene pagata con il sistema dell’imposta sui costi lordi del personale. Si suggerisce l’applicazione del metodo commerciale che comporterebbe una notevole riduzione dell’imposta.

I costi per l’affitto ammontano a 40.783,00 euro, (per vent’anni il costo è pari a 815.660,00 euro) con tale cifra sarebbe opportuno pensare all’acquisto di un immobile anche al fine di patrimonializzare l’istituto dell’ordine dei geometri, cioè trasformare una componente negativa in patrimonio,   (patrimonializzare: iscrivere un costo tra le attività dello stato patrimoniale, invece che nel conto economico, come componente negativa). In alternativa ricercare altro immobile anche dislocato in zona periferica, per ridurre i costi di locazione.

Il fondo cassa è pari a 410.836,55 (si tratta di un fondo che negli anni si attesta sempre intorno a tale consistente cifra).  

Si propone di impiegare tali fondi giacenti in cassa per venire incontro alle difficoltà degli iscritti “regolari” che, data l’attuale crisi finanziaria, hanno la necessità:

  • Formazione gratuita iscritti;
  • Formazione gratuita praticanti;

Quali sono le prestazioni effettuate dallo Studio Ungaro per un totale di € 12.916,38?

Quali sono i criteri di scelta e nomina dei consulenti esterni?

Riduzione della quota associativa a 130,00 € per cercare di ridurre il numero di morosi evitando così l’inutile spesa della società di recupero crediti.

Riduzione delle spese in eccesso.

Nelle more di un impegno assunto in assemblea da parte del Consiglio Direttivo del Collegio dei Geometri e G.L. di Salerno per l’attuazione delle indicazioni poste a verbale, i colleghi dell’ Associazione Geometri per Passione hanno deciso di astenersi dalla votazione di approvazione del bilancio.